Saudades di Jobim

Nel concerto “Saudades di Jobim” Rosa Emilia Dias e Marco Ponchiroli fanno una rivisitazione delle opere e della musica di Antonio Carlos Jobim – grande compositore e cantautore brasiliano, a vent’anni dalla sua scomparsa.
Jobim è stato uno dei padri, forse il più determinante insieme a João Gilberto, della rivoluzione della bossa nova, erede del grande samba carioca. Una musica capace di contaminare perfino il jazz e poi tutto il resto. Un’onda dolce come una carezza, che partita dal sub continente latino americano ed in particolare dal Brasile, è arrivata fino alle nostre coste del mediterraneo. “Garota de Ipanema” è ancora oggi fra i 50 brani più incisi ed eseguiti al mondo. Ma Tom Jobim non è solo bossa nova.
Sérgio Cabral, si è espresso così: “Ha tracciato la migliore rotta per la musica popolare brasiliana, a partire dalla decade del 1950. Oltre ad un fantastico creatore, è stato un innovatore. Se sommiamo a queste virtù il seducente personaggio dei tavoli dei bar di Rio, il lottatore e ostinato pioniere in difesa dell’ecologia, la sua passione per Rio de Janeiro e per il Brasile, l’inventore di frasi, la bellezza e il fascino dell’uomo, il declamatore di poesie ed il cittadino del mondo, il risultato sarà Antonio Carlos Jobim”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...