CD Madrigal – Rosa Emilia Dias Incanta con Il suo Meraviglioso Disco

Rosa Emilia Dias
Madrigal
2018

La prima cosa che viene da pensare ascoltando il nuovo disco di Rosa Emilia Dias é che sia un enorme peccato che per produrlo l’artista abbia dovuto ricorrere ad un’operazione di crowdfunding. Madrigal, infatti, meritava di essere prodotto e distribuito da una delle tante majors che oggi si concentrano su prodotti di scarsissima qualitá, puntando piú al profitto che alla divulgazione dell’arte.

Nonostante tutto, peró, Madrigal ha visto la luce da poche settimane e gli estimatori non potranno che apprezzarne l’essenza raffinata e inconfondibile che pure avevamo assaporato nei precedenti l’avori dell’artista brasiliana da tempo residente a Venezia ma che mai, prima d’ora, avevano raggiunto picchi cosí alti.
Il disco, che arriva a distanza di quattro anni da Fundamental, vede, ovviamente, la partecipazione di Giovanni Buoro, che ormai da tempo fa coppia fissa con la Dias.

Detto questo, la cosa che va assolutamente sottolineata é che per la prima volta Rosa Emilia trova il coraggio di proporsi al pubblico non solo come interprete ma anche e soprattutto come compositrice. Tredici delle quindici tracce, infatti, portano la firma della brasiliana e di Buoro, nella maggior parte dei casi, o di Cacaso, come avviene per Árvore Magica, una meravigliosa ballad caipira, e Verde. Fanno eccezione solo tre brani che, invece, portano la firma di altri importanti artisti brasiliani.

Il primo é Cigarra, composta da Elza Soares e Leticia Sabatella. Il brano, che introduce l’intero lavoro, é un’apoteosi di nordeste, una festa sincretica, una perla preziosa. Eclipse, invece, é stata composta da Denise França Reis e Lucia Santori, mentre Tristorsa è una composizione di Cacaso e del genio Villa-Lobos che, nell’arrangiamento del disco viene esaltato dal piano sapiente di André Mehmari.

Certo questo non è l’unico ospite illustre del disco. Jaques Morelenbaum, infatti, presta il suo violoncello a Filhotes, una delicada ode ai figli, a Le Tue Mani Vicino a Me, unico brano in italiano a dimostrare il forte legame tra la brasiliana e il belpaese, a Verde, di cui abbiamo giá parlato e a Infância.

Il brano Madrigal, dal suo cantoè un concentrato poetico denso, ma allo stesso tempo disteso e soave.

La veritá, peró, é che ogni singola traccia di questo lavoro rappresenta un prezioso dono e farne l’esegesi risulta un’impresa difficile. Madrigal merita di essere ascoltato piu che discusso. È, infatti, un disco cosí forte e solenne che nessuna recensione, per quanto appassionata, ne restituirebbe degnamente la bellezza.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: